Domenica 24 maggio alle ore 17:00, nella sala della caponiera del Forte di Monte Ricco, verrà presentato il volume: “I monumenti urbani ai soldati cadorini che morirono in guerra per l’Italia” di Emanuele D’Andrea. Presenterà Antonella Fornari. Interverranno Emanuele D’Andrea e Valentina Comis.image seguirà: “Il futuro del Forte di Monte Ricco”. Servizio navetta dalle 16:00 dalla Piazza dei Martiri per la Libertà. L’incontro è curato dalla Magnifica Comunità di Cadore e dal Comune di Pieve di Cadore nell’ambito delle celebrazioni del Centenario della Guerra Mondiale. Iniziativa realizzata con il contributo della Regione del Veneto, ai sensi della legge regionale 11/2014, art. 9 nell’ambito del programma per le commemorazioni del centenario della Grande Guerra. Domenica 24 maggio 2015 alle ore 17:00, presso il Forte di Monte Ricco, a poca distanza dalla piazza di Pieve di Cadore, (con la possibilità di un mezzo navetta per raggiungerlo) la Magnifica Comunità e il Comune di Pieve, per celebrare il centenario dell’entrata in guerra dell’Italia hanno realizzato una serie di iniziative di approfondimento storico culturale. La Magnifica Comunità di Cadore, per l’occasione, presenterà il volume “I monumenti urbani ai soldati cadorini che morirono in guerra per l’Italia”, un recentissimo studio realizzato dal Vicepresidente Avv. Emanuele D’Andrea, con la collaborazione di Valentina Comis, iniziato nel 2012, e condotto in maniera capillare su tutto il territorio cadorino con il preciso intento di individuare e censire i monumenti urbani relativi alla Prima Guerra Mondiale. Queste preziose testimonianze, realizzate soprattutto negli anni Venti del ‘900, sono delle attestazioni del tremendo periodo della Grande Guerra che hanno rappresentato e rappresentano tutt’oggi il ricordo delle varie comunità ai combattenti periti in battaglia. L’Ente dunque, ha sentito l’urgenza di ridare valore a questi luoghi comunitari, spesso collocati nel cuore dei paesi, sia per rinnovare il ricordo dei caduti cadorini in guerra, sia per l’impegno profuso dalle comunità a realizzarli. L’auspicio è di stimolare la conoscenza e lo studio analitico di queste opere, in alcuni casi realizzate da grandi artisti locali, e di attuare un necessario ripristino o la manutenzione dei manufatti, spesso usurati dal tempo. L’iniziativa è realizzata con il contributo della Regione del Veneto nell’abito del programma della commemorazioni del centenario della Grande Guerra. – See more at: http://www.magnificacomunitadicadore.it/cadore/eventi/261/a-ricordo-del-24-maggio-2015.html#sthash.QuzjZ2vD.dpuf