E’ contraria la Cassazione secondo cui: “Il condomino non può destinare l’immobile ad affittacamere (o B&B) ove il regolamento di condominio lo vieti”. (Cassazione civile, sez. II, 07 Gennaio 2016, n. 109. Est. Bianchini)

Si è invece espresso in senso favorevole il Tribunale di Verona che afferma: “L’attività cd. di bed & breakfast, indipendentemente dalla sua qualificazione come impresa commerciale, è compatibile con la destinazione abitativa di un immobile e non può, pertanto, ritenersi preclusa dalla disposizione del regolamento condominiale, di natura contrattuale, che faccia divieto ai condomini di destinare gli alloggi ad attività di impresa e ad uso diverso da quello di abitazione”. (Tribunale di Verona, 22 Aprile 2015 Est. Mirenda)