Il perseguimento dello scopo dell’effettività della mediazione non può spingersi sino al punto di ritenere che si applichi la sanzione dell’improcedibilità anche quando l’attore si rifiuti di partecipare immotivatamente alla mediazione sin dalla fase preliminare (“non voglio mediare… voglio invece proseguire con la causa”).

Quando l’esperimento del procedimento di mediazione è condizione di procedibilità della domanda giudiziale la condizione si considera avverata se il primo incontro dinanzi al mediatore si conclude senza l’accordo.

L’espressione “senza l’accordo” infatti comprende anche il caso in cui la parte non voglia comunque mediare.

Tribunale di Taranto, 16 Aprile 2015. Est. Casarano.